Noi non siamo ne di Destra ne di Sinistra, Noi siamo Davanti
Daniel Cohn Bendit
Anche a Brescia è in corso una Svolta
BRESCIA E L’AMBIENTE….un anno dopo.

Incontro pubblico con il sindaco Emilio Del Bono e l’assessore Gianluigi Fondra sullo stato del nostro ambiente dopo un anno di giunta Del Bono.

Locandina_20140709


read more
IN PIAZZA LOGGIA L’INCONTRO CON MONICA FRASSONI

IN PIAZZA LOGGIA L’INCONTRO CON MONICA FRASSONI, DI NUOVO IN CORSA PER UNA CONFERMA A
BRUXELLES
«Brescia insegua un’economia ecologica»
«La giunta del Bono? Amica. Ma l’idea di collaborare è ancora tale…»

Fierro Salvatore-Monica Frassoni-Emilio Del Bono

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Fotogramma/Bs)

LE SFIDE
I FINANZIAMENTI
«Tra i partiti c’è una sostanziale ecoindifferenza.
Pensano che l’aria,l’ambiente, l’acqua siano temi che portino pochi voti. Forse è così, ma questi sono problemi reali. E a Brescia lo vediamo tutti i giorni». A sostenerlo è Monica Frassoni, co-presidente dei Verdi europei, eletta due volte al parlamento, e ricandidata. Bruxelles è
un posto che conosce bene, dato che ci lavora, con ruoli diversi, dal 1987. Ma anche Brescia è una realtà a lei familiare.
In piazza Loggia, Frassoni ha ribadito che la nostra provincia «deve prepararsi ad una sfida impegnativa». Bisogna «avviare un cambiamento nella governance della città e negli stili di vita». Ma questo progetto si può realizzare soltanto inseguendo «un’idea di Europa che passa attraverso una conversione ecologica dell’economia tradizionale, responsabile dell’inquinamento e del consumo incontrollato di risorse». Ecco perché, secondo Frassoni, il voto europeo diventa cruciale. Oggi tutti i candidati parlano di green economy, ma le altre forze politiche hanno sempre avuto «una permanente inattenzione nei confronti dell’ambiente», sostiene Frassoni. Lei, che
rifiuta l’idea delle elezioni europee «come un referendum tra Renzi e Grillo», rivendica il lavoro storico del suo partito.
Il programma dei Verdi si incentra sull’idea di un New Deal «verde», un piano di sviluppo economico in grado di creare centinaia di posti di lavoro grazie alla greeneconomy.
È questa la strada che, secondo Frassoni, Brescia dovrebbe seguire, sapendo che la nostra provincia — come emerge dai dati Unioncamere – è la sesta in Italia per numero di imprese (8.390) che l’anno scorso hanno affrontato una serie di eco-investimenti. «Ma c’è ancora molto da fare. Questa provincia — ha ribadito – è una terra simbolo per gli ecologisti». Frassoni, che il sindaco Emilio Del Bono aveva definito «la nostra ambasciatrice in Europa», considera la giunta in Loggia
«un’amministrazione amica». Ma è consapevole che, un anno dopo l’insediamento in Loggia, l’offerta di collaborare con la giunta per un progetto di bonifiche è ancora inattuata.
Insomma, le parole non bastano per portare a casa una parte degli 800 milioni di fondi europei per lo sviluppo (2014-20) destinati alla Lombardia. Ma qui, secondo Frassoni, bisogna sciogliere un nodo politico e chiedersi cosa significhi «sviluppo economico». Meglio potenziare il traffico su gomma o su ferro? Non a caso la candidata ricorda che «i 480 milioni di sgravi fiscali per la Pedemontana sono un aiuto di Stato improprio» e propone di «destinare quei soldi alla rete ferroviaria». Le infrastrutture, secondo Frassoni, sono un nodo cruciale, «ma serve un dibattito
trasparente». E il presidente del Consiglio «sbaglia» quando dice che, nonostante i casi di corruzione, «le infrastrutture di Expo devono andare avanti», spiega la candidata dei Verdi. Convinta che alcune opere complementari – come la Pedemontana e la Tangenziale esterna di Milano – siano «inutili».

Corriere della Sera – Brescia - 13 maggio 2014 | 09:48

 


read more
Cena in favore della campagna elettorale di Patrizia Bertocchi.

Venerdì sera cena in favore della nostra candidata alle elezioni Europee del 25 Maggio. Alla presenza di un bel gruppo di persone Patrizia Bertocchi ha presentato le linee fondamentali della sua candidatura. Presente alla serata anche l’altro candidato dei Verdi nel Nord Ovet Gianemilo Ardigo’ con il quale abbiamo scambiato idee e linee guida su cosa cambiare in Europa per poter modificare la rotta.

Alla serata era presente quasi tutto il direttivo degli Ecologisti e Reti Civiche che come sempre mostra la piena sintonia dei propri membri che si muovono all’unisono senza nessun dissenso.

imageimageimageimageimage

 


read more
Presentazione co-portavoce e candidature alle europee

 

image image


read more
M’ILLUMINO DI MENO

Iniziativa per contribuire a far stare meglio il nostro pianeta….

M'illumino di meno


read more
Incontro sul DDissesto Idrogeologico – Sui giornali

Articolo QuiBrescia Articolo BresciaOggi


read more
Elogi all’iniziativa dal Consiglio Federale Nazionale

Elogi_Iniziativa


read more
Articolo sull’incontro Dissesto Idreogeologico

Articolo


read more
DISSESTO IDROGEOLOGICO

Ecco le foto dell’incontro tenutosi presso il Museo Ken Damy sul tema Dissesto Idrogeologico. Partecipazione speciale di Mario Tozzi e del comune di Brescia.Foto_1 Foto_3 Foto_4 Foto_7 Foto_12


read more
Un piano contro il dissesto idrogeologico

Un piano contro il dissesto idrogeologico


read more
Ecologisti e Civici Bresciani

Nasce dal desiderio reale di cambiamento, dalla speranza e dalla volontà di non abbattersi  e di reagire come  cittadini, come associazioni  e movimenti, di fronte al degrado dell’uso che viene fatto del sistema dei partiti.

Oggi la  politica ed i partiti danno un’ immagine sempre più negativa dimostrando che è andato perduto il legame con i cittadini.


read more
Chi siamo

Ecologisti e Civici è un nuovo soggetto politico creato da 4 realtà “Federazione Dei Verdi” “Sindaci della Buona Amministrazione” “appello Abbiamo un Sogno” e “Costituente Ecologista”.

Tutte queste quattro realtà si sono impegnate per costruire un soggetto politico Trasversale (ovvero non vittima di pregiudizi di parte) in grado di creare un partito Verde in Italia di stampo Europeo (come i Grunen o Europe Ecologié).

La nuova visione dell’ecologia infatti non ci vede come meri conservatori dell’esistente al contrario ci vede proiettati nel futuro dove le nuove tecnologie ci consentiranno di vivere meglio rispettando l’ambiente.


read more